Pietra di Caen

Questo materiale, utilizzato nella costruzione di molti edifici normanni, è anche oggetto di un ampio commercio internazionale, notevolmente organizzato, dal momento che riguarda anche elementi prefabbricati, oltre alla materia prima.

Il successo di tale materiale deriva in larga parte dalla sua qualità ma anche dalla facilità d’impiego: come materiale da costruzione presenta i vantaggi della leggerezza, di una grande resistenza alla compressione e di un rapido indurimento a contatto con l’aria. La grana fine e la tinta regolare rendono inoltre la pietra di Caen particolarmente adatta al taglio e alla lavorazione scultorea.

La sua estrazione è inoltre particolarmente agevole: in Normandia, infatti, regione non interessata da grandi sconvolgimenti tettonici, gli strati calcarei dell’area di Caen sono rimasti praticamente orizzontali mentre l’abbondanza di corsi d’acqua ha scavato numerose vallate, lasciando affiorare il materiale in molti siti della città. L’abbondanza di vie navigabili che da Caen si dipartono alla volta di molte città normanne, borghi ed abbazie, ne favoriscono la diffusione.

La relativa facilità con la quale l’Inghilterra era raggiungibile spiega l’esportazione anche in quest’area dove la pietra era utilizzata soprattutto per gli edifici religiosi ma anche per monumenti civili e castelli come la White Tower di Londra.