Nell’antico borgo di San Leo si trovano due chiese parallele, una intitolata a san Leo di pertinenza vescovile della diocesi di Montefeltro, l’altra, dedicata a Santa Maria, chiesa battesimale plebana del centro urbano. Il fenomeno richiama il parallelo lombardo dove si possono trovare vari esempi di cattedrali doppie. In sito, materiali databili al V secolo testimoniano chiese prerimaniche non più esistenti. La costruzione dell’edificio della chiesa di Santa Maria risale all’XI secolo. Durante l’età della Controriforma vennero sistematicamente abolite le cripte e questo fu l’intervento subito anche da questa chiesa. Il ciborio, che era stato smembrato, si presenta ora ricomposto; esso venne dedicato dal duca Orso a Cristo e alla Vergine tra l’881-2. Tutti gli elementi stilistici riportano alle tecniche costruttive utilizzate nell’XI secolo come le monofore a doppio strombo, lesene e archetti pensili, alternanza cromatica di pietra e cotto negli archi e nelle monofore esterne.
BIBLIOGRAFIA:
Una cattedrale doppia: Santa Maria e San Leo nel borgo di San Leo, in Il romanico nelle Marche, a cura di Cristiano Cerioni, pagg. 43-54.

GALLERIA FOTOGRAFICA

[nggallery id=71]